Tag

, , , , , , , ,

federiconovaro_lovesong
 
«Io sono nato nel 1965, sono un maschio, mi piacciono i maschi (i maschi sono tremendi, naturalmente, come tutti sappiamo, ma a me, come a molte femmine e a molti maschi, è capitato in sorte di voler fare sesso con loro, di amare loro, di ridere giocare scherzare con loro -non sto dicendo: fatevene una ragione; sto dicendo: siate felici per me poiché posso amare ciò che desidero-), negli anni Settanta diventavo adolescente, negli Ottanta ero quasi grande. Pensate a tutto quello che è successo in quegli anni. Fra peace and love, pink power e post-punk. Com’era possibile che io volessi sposarmi? Il matrimonio è il male!, continua a ripetermi il me stesso di allora. Cosa c’entra la libertà con il matrimonio?»

Dalla quarta di copertina: «Un giorno, dopo dieci anni di vita insieme, Federico e Stefano hanno deciso di sposarsi, pur sapendo che per farlo sarebbero dovuti andare fino a New York, perché la legge italiana vieta il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Hanno girato un video di pochi minuti in cui, per mezzo di alcuni cartelli, raccontano il perché di quelle nozze americane. Dopo centomila visualizzazioni e diverse prime pagine, nel febbraio del 2013 sono saliti sul palco del Festival di Sanremo, e la loro storia è entrata nelle case di dieci milioni di persone. A partire dall’esperienza privata del narratore, Love Song racconta cosa vuol dire essere una coppia gay in Italia oggi, quali sono i sentimenti che la circondano, e prova a spiegare a tutti, con leggerezza e semplicità, perché limitare il matrimonio a coppie formate da persone di sesso diverso sia una pratica inaccettabile in uno stato di diritto.
Federico Novaro ha scritto un’importante canzone d’amore e di diritti, che alterna strofe riflessive e ritornelli concitati, momenti buffi e commoventi, episodi che vi faranno arrabbiare e altri che vi faranno sorridere, dando vita a un flusso armonioso da cui non potrete fare a meno di lasciarvi trasportare».

***

Poco fa mi è arrivata questa meraviglia: mi sono emozionata molto.

Love Song, il libro di Federico Novaro, esce il 23 ottobre per ISBN Edizioni e racconta la storia del suo matrimonio con Stefano: un matrimonio avvenuto all’estero perché questo Paese due come loro non se li merita, e un matrimonio su cui io fui la prima a intervistarli, ormai quasi due anni fa, per il sito di Vanity Fair.

Quell’intervista ci ha fatto diventare amici, e sono molto fiera di stringere fra le mani un libro che, in un certo senso, ho visto quasi nascere.

Qui, per chi volesse leggerla e commuoversi per le risposte come successe a me e alle mie ex coinquiline nel febbraio del 2013, c’è la mia intervista per Vanity.

Qui, invece, vi lascio un link ancora più importante: la scheda di Love Song sul sito della casa editrice.

***

[Sì, ho cambiato foto. Prima ce n’era una di me che brandivo il libro felice, ma dopo un’attenta analisi ho deciso che era brutta: ero malaticcia, spettinata, e avevo scattato troppo da vicino, con il risultato che le dita della mia mano, cioè quelle che brandivano il libro felici insieme a me, anziché delle dita sembravano un assembramento di wurstel. E io ci tengo alle mie dita. Come tengo al libro di Federico: quindi gli ho dedicato una foto nuova, più bella.
-Così conoscete anche il passerotto giallo che abita sul filo dell’abat-jour e i tulipani che mi prese mia mamma in un viaggio ad Amsterdam: tutte e quattro le cose, il passerotto giallo, l’abat-jour e i due tulipani, stanno sulla libreria che ho in camera da letto nel Pellashire-].