Tag

, , ,

Avevo preparato tutto un pezzone su Jeff Bezos (una roba seria eh, con tanto di cronistoria del Washington Post, citazioni di Carl Bernstein, una selezione dei migliori articoli usciti in questi giorni sulla vendita del giornale, eccetera) e WordPress se l’è mangiato. Un secondo prima c’era, e il secondo dopo, puf!, era sparito, inghiottito nei meandri di quella macchina infernale (perdonami WordPress, lo sai bene che io e te ci amiamo molto, lasciami sfogare, mi passerà). Allora c’han ragione quelli che mi credono frivola solo perché scrivo di cose frivole (come se le due cose fossero la stessa cosa): la sciagura di stasera dimostra che, evidentemente, che io scriva di cose serie non è nei piani del destino. Vorrei togliermi il cuore dal petto e giocarci un attimo a football.