La mia dote principale è l’ottimismo. Un indomito, indomabile, indistruttibile ottimismo. Qualunque cosa succeda -o non succeda-, nel mio cervello c’è una voce che mi dice “There will be a day”.
Sempre. “There will be a day”. Arriverà un giorno. In cui succederanno cose. Solo belle. Arriverà un giorno e succederanno cose belle.
So che avrò ragione. In parte perché, in effetti, la frase che mi ripete da sempre la mia testa è solo “There will be a day”. Arriverà un giorno. E i giorni arrivano ogni giorno. Arrivano continuamente. Tutti i giorni sono un giorno. Quindi è anche facile che, prima o poi, in mezzo a tutti i giorni, arrivi il giorno giusto. There will be a day.