Tag

,

Da anni vengo perseguitata da un falso mito: la mia vera o presunta somiglianza con l’attrice di Relic Hunter, l’archeologa detective. Com’è, come non è, me lo dicono più o meno tutti. Anche persone che tra loro non hanno nulla a che fare, non si conoscono e vivono a chilometri di distanza.
Da principio fu Giuseppe, uno dei miei migliori amici: avevamo 16 anni quando, all’improvviso, si voltò e sbottò con un secco "Tu somigli a quella che fa l’archeologa su Italia 1".
Io: "Ma è asiatica".
Lui: "Ma ti somiglia".

Da quel momento in poi, la cosa è continuata, e prosegue tutt’ora.
Il primo anno di università, dopo aver lasciato passare mesi, una mia compagna mi confidò: "Sai, somigli un sacco a quella che fa Relic Hunter… I primi tempi ero SCONVOLTA dalla somiglianza, non riuscivo a smettere di fissarti incredula!"
Ossignore.

Qualche tempo fa preparavo un esame di teatro, e l’attrice che mi dava una mano, dopo avermi scrutata per cinque minuti buoni, ha iniziato con la solita frase: "Tu somigli… Oddio somigli a qualcuno, ma non mi viene in mente…" Io: "Per caso all’archeologa detective di Relic Hunter?"
Lei: "Oddio sì sì! E’ impressionante!"
Provavamo e mi fissava ridacchiando.
Io: "Che c’è?"
E lei: "Niente, continua a venirmi in mente Relic Hunter, sei uguale!"
Sì.

Ogni tanto chiedo smentite a qualcuno, a caso. Ma dovrei smettere, perché trovo solo conferme.
Ora, come io possa somigliare ad un’attrice di origini filippine, cinesi e hawaiiane è un mistero.
Lei è bella, oltretutto. Quindi sono da sempre scettica.

Ma c’è dell’altro. I miei genitori, loro sì, somigliano veramente a qualcuno.
Mio padre è un incrocio tra Enrico Mentana e Carlo Verdone.
Mia madre, ancora molto bella nonostante veleggi verso i cinquanta, e ancora piena di lentiggini, da giovane somigliava moltissimo alla Incontrada.

Il mistero s’infittisce.
Come Verdone, Mentana e Vanessa Incontrada possano aver dato come risultante l’archeologa detective… Beh, non me lo spiego.

+
=
Relic Hunter